Radio kiss the net star

16Feb10

Le idee sono nell’aria in attesa di trovar casa in qualche mente ricettiva diceva qualcuno.
Ancora meglio quando un’idea trova casa in più teste, segno che probabilmente era abbastanza matura e degna di essere trasformata in qualcosa di concreto.

Qualche mese fa mi sono messo a farneticare in merito all’idea, per me geniale ovviamente, di creare un socialcoso sul tema della radio.
L’idea puntava ad unire un momento del passato, in cui le persone con le radio libere avevano trovato un modo incredibile per comunicare, con l’attualità dei social places.
Entrambi i momenti sono caratterizzati da due  elementi comuni: la spinta alla condivisione di idee ed emozioni e l’espansione della creatività permessa dalla facilità d’uso degli strumenti e dalla loro duttilità nell’essere reinterpretati.

Insomma un radio social network.

Ma, come si diceva, le idee sono nell’aria e così qualcuno più abile di me l’ha realizzata e presentata a Working Capital.

Si chiama Spreaker e permette a chiunque di diventare DJ creando, con una intuitiva consolle, il proprio programma attingendo, per la parte musicale, dalle risorse che Spreaker mette a disposizione oppure caricando il proprio podcast.
Questo significa che tutto diventa facile oltre che gratuito in quanto ai diritti ci pensa il sito stesso.

Ho iniziato a giocarci e devo dire che la cosa più immediata è fare il DJ piuttosto che l’ascoltatore e questo non è proprio un lato positivo: non si è molto incentivati all’ascolto e un po’ si rimpiange la banalità della lista delle radio identificate per tipologia.
La libreria musicale è un po’ limitata e soffrirete se volevate sfoggiare le vostre ultime scoperte indie; anche jingle e loop non danno troppe soddisfazioni ma stiamo comunque parlando di un progetto fresco e di sicuro crescerà e si amplierà con il tempo.

Il programma può essere votato e condiviso su Facebook (poteva mancare?) con tutti i benefici di diffusione che se ne possono trarre.

Personalmente credo sia un progetto ricco di potenzialità, molto più vaste rispetto a quelle finora mostrate.
Visto che sono stati bravi a far partire l’idea invierò agli amici di Spreaker il mio progetto, chissà che qualcosa non possa tornare loro utile a cominciare dal titolo di questo post che era il payoff della mia versione; se siete in “ascolto” e vi piace è tutto vostro 🙂

p.s.: non escludo una versione Spreaker di metabox a breve… 😛

La foto è di Duke Yearlook
Annunci


One Response to “Radio kiss the net star”

  1. 1 Nicola

    Well done! La rete dà, la rete chiede.
    🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: