La paura della complessità

07Apr09

dsc_0057Esiste una particolare predisposizione verso la rete da parte di chi ha un qualche potere decisionale.

Consiste nel rifiutarne la sua complessità limitandosi ad una osservazione di superficie che non valuta le profonde implicazioni che la sottintendono e che ne costituiscono il suo alto valore, principalmente di natura sociale, per poi espandersi all’economia e a tutti gli altri ambiti dell’attività umana.

Sembra che l’evoluzione tecnologica e culturale non ci abbia insegnato che le innovazioni che riescono a cambiare processi, metodi e approcci si portano dietro anche delle complessità che vanno affrontate con un livello di analisi, di intelligenza e di visione equiparato.

Dopo le ben note proposte del senatore D’Alia e della parlamentare Carlucci, ora scivola anche il Garante per la protezione dei dati personali che propone la pubblicazione di particolari versioni delle notizie in modo che, nel tempo, queste non possano risultare controproducenti alle persone citate nella notizia stessa. L’esempio più semplice potrebbe esssere la notizia di una accusa di reato che con il passare del tempo potrebbe non essere più veritiera per l’evoluzione stessa del fatto (successive prove di innocenza, ecc…).

La proposta è quindi una doppia versione della notizia dove solo quella ripulita dai dati sensibili rimarrebbe nei motori di ricerca generici mentre quella completa sarebbe reperibile sono nel motore interno della testata. La complessità realizzativa per tutto il trascorso e per le notizie a venire è evidente a chiunque, senza pensare alla perdita di tutti i vantaggi della ricerca attuale.

Rimane evidente come non solo venga sottovalutata la complessità della rete ma come venga considerata l’intelligenza di una qualsiasi persona a cui basterebbe guardare la data di pubblicazione della notizia per capirne l’attendibilità o comprendere che fotografa quel preciso momento.

Annunci


No Responses Yet to “La paura della complessità”

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: